Formazione PAS Standard

La formazione PAS standard prevede tre livelli, per ognuno dei quali è necessario frequentare un corso della durata di almeno 45 ore in presenza. Al termine di ogni corso viene rilasciato un certificato a firma congiunta delle docenti prof.ssa Loredana Alajmo e dott.ssa Nicoletta Bosco e del prof. Rafi Feuerstein, figlio del prof. Reuven Feuerstein e attuale direttore del Feuerstein Institute. Il certificato abilita all’applicazione degli strumenti oggetto del corso frequentato.

Strumenti del primo livello:

Organizzazione di punti
Questo strumento abitua a proiettare relazioni virtuali attraverso compiti che richiedono all’individuo di identificare e tracciare il contorno di figure date all’interno di una nuvola di punti.
La proiezione di una possibile relazione richiede che lo studente cerchi un significato fra fenomeni che altrimenti sarebbero separati.
Attraverso un’applicazione continua e lo svolgere correttamente esercizi progressivamente più difficili, lo strumento incoraggia una motivazione intrinseca al compito e attiva varie funzioni cognitive.

Orientamento spaziale 1°
Questo strumento è rivolto alle difficoltà di articolazione, differenziazione e rappresentazione dello spazio, che possono derivare da una incapacità a separarsi dal riferimento alla posizione del proprio corpo. Si tratta di un sistema di riferimento relativo per localizzare gli oggetti nello spazio e l’uno in relazione con l’altro. Attraverso questi esercizi, gli studenti scoprono perché ci sono diversi punti di vista nella percezione di un oggetto o di un’esperienza e come considerare un’opinione che è diversa dalla propria.

Confronti
Questo strumento aumenta l’abilità dell’individuo a differenziare tra parametri di confronto e sviluppa le funzioni cognitive implicate nel comportamento comparativo. Esso fornisce concetti, etichette e operazioni con cui descrivere uguaglianze e differenze, così i soggetti imparano a organizzare e integrare parti separate e distinte di informazione in sistemi coordinati e significativi

Percezione analitica
La Percezione Analitica accresce l’abilità del soggetto a dividere un intero nelle sue parti e ad unire le parti in un intero. La capacità di adattamento al mondo dipende dalla flessibilità nell’alternare questi due processi percettivi.

Illustrazioni
Questo strumento presenta una collezione di situazioni in cui un problema può essere percepito e riconosciuto a cui gli studenti cercano di dare una soluzione appropriata. Questo strumento media l’abilità dello studente a percepire dettagli, usare diverse fonti di informazione ed esercitare un comportamento comparativo, si presta allo sviluppo del vocabolario e del linguaggio scritto e orale, è anche molto utile per generare una motivazione intrinseca al compito.

Strumenti del secondo livello:

Orientamento spaziale 2°

Questo strumento introduce e fornisce l’esperienza nell’uso di un sistema di riferimento esterno, stabile e assoluto. Concetti geografici come i punti cardinali, le coordinate e i grafici sono usati per descrivere le relazioni e l’orientamento di un oggetto nello spazio. Gli studenti devono simultaneamente applicare il sistema di riferimento relativo e quello assoluto per descrivere e comprendere le relazioni spaziali.

Classificazioni

Classificazioni è basato sulla capacità di confronto, differenziazione e discriminazione. Questo strumento aiuta i soggetti a sviluppare la flessibilità e la capacità di pensare in modo differente, abilità necessarie per la classificazione e la riclassificazione di medesimi oggetti in insiemi diversi, dal momento che i principi e i parametri di classificazione cambiano in seguito a nuovi bisogni e obiettivi. Nel classificare, un soggetto parte dallo stabilire relazioni tra oggetti concreti fino a proiettare relazioni tra concetti. Questa abilità è essenziale per le operazioni logiche e verbali di base.

Relazioni familiari

Questo strumento usa un sistema di relazioni per collegare esseri separati e categorie e mette in rilievo le condizioni necessarie e sufficienti per l’inclusione o l’esclusione dalle categorie. Gli esercizi di questo strumento richiedono un uso preciso del linguaggio nel codificare e decodificare le relazioni e richiedono pensiero inferenziale, analitico e ragionamento deduttivo per giustificare conclusioni basate su evidenza logica.
Per insegnare l’elaborazione astratta di relazioni è stato scelto come contenuto la famiglia poiché essa presenta numerose categorie differenti e tipi di relazioni che possono essere generalizzate sull’intero universo di fenomeni.

Relazioni temporali

Questo strumento sviluppa l’abilità dello studente nell’usare concetti temporali per descrivere e ordinare le loro esperienze. Un adeguato orientamento nel tempo è importante per il pensiero relazionale e si acquisisce attraverso esperienze di apprendimento mediato. Senza una consapevolezza della continuità del tempo e della sua successione ordinata e del ritmo degli eventi, gli individui non fanno uso del proprio passato per predire, anticipare, pianificare e mettere in ordine di priorità gli eventi futuri.

Istruzioni

Questo strumento si focalizza sulla codifica e decodifica di informazioni scritte e orali. La difficoltà del compito non è nella comprensione delle parole, sebbene gli studenti talvolta possono avere problemi con termini poco familiari, essa sta piuttosto nel senso delle parole e in ciò che esse implicano nel contesto.

Strumenti del terzo livello:

Progressioni numeriche

Questo strumento aiuta gli studenti a cercare, dedurre e indurre relazioni tra oggetti o eventi separati. Gli studenti tirano conclusioni adeguate sul motivo delle progressioni così che lo strumento aumenta la loro abilità a confrontare, inferire e ragionare induttivamente e deduttivamente.

Sagome

Questo strumento è composto di esercizi in cui lo studente deve costruire mentalmente un disegno. Il completamento degli esercizi richiede una serie complessa di passaggi. L’identificazione del disegno completo attraverso le sue parti sovrapposte richiede una costruzione mentale attiva, con l’aiuto d’inferenza, e un’anticipazione e rappresentazione del risultato.

Sillogismi

Questo strumento presenta una logica formale. Nel ragionamento sillogistico, l’integrazione di informazione, derivata da due premesse sulla relazione tra i termini, produce la deduzione di una relazione sconosciuta. Attraverso gli esercizi di Sillogismi, gli studenti raggiungono l’abilità a discriminare tra conclusioni valide e non valide e tra conseguenze possibili e inevitabili. Lo strumento incrementa il pensiero inferenziale e astratto.

Relazioni transitive

Relazioni transitive affronta le relazioni che esistono negli insiemi ordinati, in cui le differenze tra i membri di un insieme sono descritte dai termini “più grande di”, “minore di” e “uguale a”. Questo strumento aiuta gli studenti a riconoscere le condizioni che permettono il ragionamento induttivo e deduttivo. Attraverso gli esercizi in Relazioni transitive, gli studenti dimostrano la loro abilità a impegnarsi nel pensiero inferenziale basato su implicazione logica e pensiero relazionale.