Metodo Feuerstein

Chi è Reuven Feuerstein: la storia.

Reuven Feuerstein, nato in Romania nel 1921 da genitori ebrei, trascorse a Bucarest infanzia e adolescenza, a tre anni sapeva leggere in due lingue, a otto insegnava l’ebraico ai bambini della comunità israelita di cui faceva parte.
Poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale Feuerstein insegnava in una scuola per i figli dei deportati di Auschwitz, fu arrestato nel 1944 e internato in un campo di concentramento da cui fuggì in modo rocambolesco e s’imbarcò verso Israele dove poi si occupò dei bambini scampati alla persecuzione nazista. A contatto con questi, che certo non avevano goduto di condizioni di vita ed occasioni di apprendimento simili a quelle dei bambini normali, prese corpo la formulazione della modificabilità cognitiva strutturale. Si chiedeva quale forza permettesse ai bambini di dimenticare il dramma, di tornare a giocare. Di fronte a questi ragazzi maturò la convinzione che l’uomo è in grado di automodificarsi in modo significativo.
Feuerstein ha studiato psicologia a Vienna, a Ginevra con Piaget, a Parigi presso la Sorbona. Ha insegnato all’Università Bar Ilan di Israele e a Nashville (USA) come docente aggiunto. Nel 1992 ha aperto l’ICELP, un centro di ricerca, terapia e formazione che si riconosce la finalità di far raggiungere agli utenti un più alto livello di funzionamento cognitivo. Nel 1999 il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Torino ha conferito a Reuven Feuerstein la laurea honoris causa e nel 2006 L’Università Ca’ Foscari di Venezia. Fino alla fine ha continuato ad aiutare bambini e ragazzi ad esprimere al meglio le loro potenzialità, ad intervenire a convegni e conferenze al fine di diffondere la sua teoria della Modificabilità Cognitiva Strutturale, a scrivere libri e articoli che hanno portato le sue idee in tutto il mondo. Si è spento nella sua casa di Gerusalemme il 29 aprile 2014.

Reuven Feuerstein non era semplicemente un genio pedagogico,
ma anche una persona di altissima moralità.
Gli insegnamenti che ci ha lasciato, elaborati nel corso della sua lunga e intensa vita, vanno oltre le competenze didattiche per abbracciare la sfera etica, parte intrinseca dell’intelligenza che Feuerstein
ha voluto con determinazione trovare in ognuno di noi.